colla giapponese Nikawa 100gr

Valutazione:
80%
Codice
504478
21,23 €
Non Disponibile
Questa colla viene prodotta in Giappone secondo l'antica tradizione giapponese. Unica al mondo, è prodotta seguendo rigorosamente l'antico metodo giapponese. La GYUHI-WANIKAWA ha le caratteristiche migliori per essere usata nel campo della liuteria: è perfettamente trasparente, elastica, facile da usare, naturale, sicura per l'ambiente e l'operatore perché esente da additivi e prodotti chimici. Sacchetto richiudibile da 100 grammi.
Visualizza altri dettagli prodotto
Potrebbero interessarti anche
Dettagli prodotto
Amanosan Conservation Institute for Cultural Heritage è stato costituito nel 2007 grazie all'incontro di un gruppo privato di restauratori di opere d'arte e templi giapponesi e lo Stato giapponese che ne ha raccolto l'eredità promuovendo e tutelando la cultura e le conoscenze del restauro in Giappone.
Il precedente gruppo, sponsorizzato inizialmente dalla Toyota, era attivo fin dal dopoguerra e ha con gli anni acquisito importanti competenze e conoscenze sul restauro del patrimonio artistico del Giappone.
La loro continua ricerca ha evidenziato come materiali utilizzati negli anni '50 e '60, specialmente colle sintetiche e siliconiche, avessero negli anni rovinato i pigmenti naturali scolorandoli ed intaccando anche la struttura del legno sottostante a causa dell'acidità. Così sono ritornati ad utilizzare le antiche colle naturali a caldo. Ma dopo un po' di anni hanno notato che anche quelle colle creavano una serie di problemi simili alle colle usate in precedenza.
Dal 2007, grazie agli aiuti statali, hanno quindi cominciato ad analizzare tutte le colle a caldo esistenti in commercio e prodotte in varie parti del mondo, comprese quelle giapponesi che pensavano fossero comunque di qualità superiore, alla ricerca di una colla pura che potesse garantire la conservazione delle opere d'arte nel tempo. Lo studio di analisi è andato avanti fino al 2013 e i risultati non sono stati incoraggianti.
Le analisi hanno infatti evidenziato come le colle attualmente in commercio hanno sempre qualche problema che possiamo riassumere in:

  • percentuali di altri animali rispetto a quanto dichiarato (quando dichiarato)
  • presenza di sostanze profumanti
  • presenta di cromo
  • presenza di stabilizzanti
  • presenza di antimuffa
  • presenza di gesso

A volte sembrerebbe come se per aumentare il volume di produzione venissero aggiunte scarti di pelli già trattate per la produzione di borse o mobili.
Tutte le sostanze “altre” dalla colla, ossidano le superfici ed in più è stato riscontrato come la percentuale di collagene non era costante di anno in anno per quella specifica colla. Non hanno mai trovato colla pura e spesso le altre colle sono acide.
Così, grazie agli aiuti statali, hanno deciso di cominciare loro stessi la produzione nel rispetto dell'antica tradizione giapponese.

La produzione richiede questi passaggi:
  • la pelle utilizzata è solo quella della mucca nera giapponese (Kuroge-Wagyu), femmina e vergine perché solo così si ha la garanzia della migliore composizione del collagene;
  • si mette la pelle al sole per 2/3 giorni fin quando il grasso comincia a marcire;
  • poi la si mette in acqua corrente per dilavare il grasso che rimane;
  • tolta dall'acqua con una specie di rasiera si “gratta” via il grasso marcito rimasto attaccato;
  • poi la si mette ad asciugare ed a quel punto la pelle è già trasparente.

Tutti questi passaggi si fanno in inverno mentre la produzione della colla si fa in primavera ed autunno evitando l'estate perché troppo caldo non è ideale per la produzione. Quindi si passa alla bollitura delle pelli e a seconda del tempo di bollitura si hanno delle colle diverse perché a differenti tempi si ottengono diversi tipi di collagene e quindi colle con diverse caratteristiche. Solo 3 kg di preziosa Nikawa è ottenuta da una intera mucca Kuroge-Wagyu. Questa colla è pura e non ha né odore né sapore, cose che stanno a significare il grado di purezza massima.
Recensioni clienti